Chiesa di Panagia Kerà

La Chiesa di Panagia Kerà è una chiesa bizantina cretese, situata a 1 km dal villaggio di Kritsà, nei Monti Dikte.

Contiene gli affreschi di epoca bizantina meglio conservati a Creta e per questo motivo è diventata una delle chiese più culturalmente e storicamente significative dell’isola.

La parola tarda greca “Panagia” è definita come “Vergine” in inglese, ed è tra i titoli della Vergine Maria nella Chiesa ortodossa orientale. Sebbene non sia stata stabilita una data di fondazione per la Chiesa di Panagia Kerà, il consenso storico concorda sul fatto che le parti più antiche della chiesa, la navata centrale, il tetto a volta e la cupola, furono costruite e dipinte nel 13 ° secolo.
Le navate laterali della chiesa, il suo ingresso occidentale, il campanile e i contrafforti a sostegno della chiesa, furono in seguito costruiti e dipinti all’inizio della metà del XIV secolo. Gli affreschi della Panagia Kerà risalgono al Rinascimento paleologo, grazie ai loro colori vividi e luminosi. Secondo la tradizione locale, la chiesa conteneva un’icona della Vergine Maria, che si credeva avesse poteri miracolosi. Durante il periodo dell’iconoclastia bizantina, fu rimosso da Costantinopoli, ma in seguito fu restituito. Nel 1498, durante l’occupazione veneziana di Creta, un commerciante greco rubò l’icona, che fu successivamente trasportata al tempio di Sant’Alfonso sul colle Esquilino a Roma.
La Panagia Kerà fu in seguito rinnovata dalla famiglia Managgaris nel 1722 e nel 1732 l’icona della Vergine Maria fu ridipinta nella chiesa da un artista sconosciuto .

Gli affreschi sulla cupola e sulla navata centrale raffigurano le seguenti scene del Nuovo Testamento: la Presentazione, il Battesimo, l’innalzamento di Lazzaro e l’entrata in Gerusalemme. La navata centrale della chiesa è dedicata alla Vergine Maria e all’Assunta. Gli affreschi sulla parete occidentale della chiesa raffigurano la Crocifissione di Gesù e la punizione dei dannati, con Michele Arcangelo che annunciava la Seconda Venuta. La navata sud di Sant’Anna è decorata con immagini della vita della Vergine Maria e la navata nord è dedicata a Sant’Antonio, con affreschi del Secondo Giorno della Venuta e del Giudizio.
Accanto alla navata nord vi è una rappresentazione del Cielo, completa dei Patriarchi Abramo, Isacco e Giacobbe, nonché della Vergine Maria.

fonte Wikipedia

La visita di questa chiesa è inserita all’interno dei nostri itinerari

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

86 − 80 =