Sito Archeologico di Festo

Il sito Archeologico di Festo è meno famoso di Knosso per la mancanza di leggende antiche che riguardino la città. Ciò nonostante gli scavi archeologici di quest’area di Creta hanno una rilevanza notevole per l’archeologia e la conoscenza della civiltà Minoica.

Distante 9 km verso sud ovest dalla città troviamo Matala , divenuta poi famosa negli anni 70 per la presenza di numerosi gruppi hippy che vivevano nelle caverne che si affacciano sulla piccola baia.

Ora gli hippy non ci sono più, son rimaste le caverne e l’ingresso è a pagamento.

Festo (in greco Faistos) è certamente meno famosa di Knosso, ma non è meno importante della città del Minotauro. Gli scavi furono portati avanti dalla scuola italiana nel 1884 con un rigore scientifico che non è riscontrabile nel lavoro, molto chiacchierato di A. Evans a Knosso.

Anche a Faistos , come a Knosso, si susseguirono diversi palazzi, per lo più articolati intorno ad una corte centrale. Oggi è possibile ammirare la scalinata dell’ingresso monumentale del palazzo del XVI secolo a.C., da cui è possibile godere del bellissimo panorama sul mare e sulla fertile piana di Messara, che favorì la permanenza dei Minoici per alcuni secoli.

Sempre a Faistos sorgeva un secondo palazzo, costruito intorno al 1400 a.C articolato in terrazze che si aprivano sul cortile centrale sul quale si affacciavano anche le stanze e gli ambienti di rappresentanza.

Il declino di Faistos iniziò in epoca ellenistica per concludersi con la conquista da parte di Gortyna. Anche Faistos ha la sua parte di Leggenda con la scoperta in questo sito del Disco di Festo. Il Disco di Festo, attualmente conservato nel Museo archeologico di Heraklion.

Dove si trova il sito archeologico di Festo Creta:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

+ 56 = 66